Tipologie di reti per zanzariere: quali scegliere

A seconda delle esigenze é possibile scegliere e montare la zanzariera opportuna, considerando dimensione e materiale. La scelta di una rete di qualità è importante per prevenire spiacevoli rotture che spesso portano a riparare la zanzariera.

Quali tipologie di zanzariere troviamo sul mercato?

La prima scelta da fare riguarda quelle verticali, utili per proteggere le finestre, oppure laterali, per porte-finestre e balconi.
Altra decisione da prendere riguarda funzionamento, meccaniche e tipologie di reti.

Zanzariere a rullo, ad incasso oppure plissettata.

Le zanzariere a rullo sono piuttosto diffuse nel mercato, ed hanno una struttura composta da un cassone e due linee guida laterali che ne garantiscono il corretto scorrimento per mezzo di una cordicina laterale.
Le zanzariere ad incasso, o built-in, sono più indicate per finestre piuttosto ampie, hanno infatti la possibilità di nascondere le parti in alluminio, per favorire un’attenzione maggiore all’estetica.
Le zanzariere plissettate sono adatte per ambienti piccoli perché permettono di recuperare gli spazi quando sono chiuse, grazie alla loro struttura ad impacchettamento a ventaglio.

Zanzariera magnetica, a pannello oppure a soglia bassa

La zanzariera magnetica, utilissima, si adatta a qualsiasi tipo di finestra. Il montaggio è semplice: viene installata lungo il perimetro essendo dotata di magnete.
La zanzariera a pannello, che può essere fissa o scorrevole, si adatta facilmente a qualsiasi dimensione per la possibilità di aumentare o diminuire il numero dei pannelli a seconda delle esigenze. A seconda che si debba montare su di una finestra o su di una porta-finestra, si opterá per una fissa nel primo caso o scorrevole per il secondo.
Le zanzariere a guida ribassata calpestabili sono pensate per finestre o porte-finestre di utilizzo maggiore, perché avendo la struttura realizzata in modo più basso rispetto alle altre, evita intralci nella fase di attraversamento.

Zanzariera scorrevole oppure a battente.

La zanzariera scorrevole ha un tipo di impatto estetico migliore, perché, per mezzo delle sue caratteristiche, una gestione fluida e durature mediante l’aggiunta di una frizione di rallentamento cosi da poterla utilizzare quante volte si vuole senza preoccuparsi.
La zanzariera a battente ha una parte di struttura fissa, e una che si può aprire facilmente come fosse una porta; è quindi pensata per quelle zone della casa che sono di maggiore frequentazione, garantendo una protezione dagli insetti per tutta la durata dell’anno.

Tipologie di reti in commercio

In commercio possiamo trovare reti composte da fibra di vetro o alluminio, che garantiscono una durata maggiore nel tempo.
Le reti in fibra di vetro hanno una capacità  elastica superiore alla media, mantenendo il proprio valore negli anni e nell’usura; le reti in alluminio, d’altra parte, si presentano più resistenti nei confronti del vento e degli agenti atmosferici in generale e garantiscono l’ingresso di più luce nella stanza.

Quale zanzariera scegliere?

Per una stanza poco utilizzata, è consigliabile il montaggio di una zanzariera magnetica o a rullo verticale classica, con rete in alluminio; per stanze di maggiore frequentazione si può optare per tipologie a rullo, plissettate oppure a pannello, con una rete in fibra di vetro, perché duri maggiormente nel tempo in base all’utilizzo più costante. Inoltre per chi ha in casa amici domestici come cani e gatti può scegliere la rete pet screen in alluminio rinforzato, antigraffio e antisfondamento

Infine per una valutazione mirata è importante la conoscenza degli spazi a disposizione sia per la scelta dei cassonetti zanzariere specifici, sia per le linee guida laterali, che determineranno l’acquisto finale.


Ti interessa questo prodotto? Contattaci per avere maggiori informazioni

Nome
Email
Telefono
Lascia un messaggio